giovedì 20 febbraio 2014

Aziende cinesi irregolari:i beni sequestrati siano destinati agli imprenditori toscani in difficoltà economica

Controlli quotidiani per fermare la mafia gialla fiorentina.
Il nostro plauso agli agenti della Guardia di Finanza più volte con Fratelli d'Italia abbiamo fatto interventi e sopralluoghi per denunciare pubblicamente la condizione di queste persone.
Purtroppo le istituzioni perseverano in indulgenza e dannoso buonismo sulla pelle di lavoratori e artigiani fiorentini e toscani. Ogni giorno chiudono aziende italiane che per rispettare le leggi in materia di lavoro rinunciano ai propri stipendi pur di lavorare nella legalità. Sono anni che assistiamo a questo triste spettacolo di inciviltà e di assoluto disprezzo delle regole italiane che chi amministra non può assolutamente continuare a tollerare.

Il cuore economico e di potere della malavita cinese passa da Firenze e ogni giorno dobbiamo fare i conti con chi nel disprezzo della nostra cultura giorno dopo giorno sta mettendo in ginocchio le nostre famiglie.
Propongo di destinare i beni sequestrati alle società di imprenditori cinesi ad un fondo a favore degli imprenditori toscani in difficoltà.