lunedì 12 maggio 2014

Forteto: apprezzo le parole di Laera. Ma i giudici che hanno sbagliato devono pagare e non dirigere le Procure

Esprimo forte apprezzamento per le parole inequivocabili e coraggiose del Presidente del Tribunale dei minorenni Laura Laera sulla vicenda Forteto. Chi ha sbagliato però anche tra i giudici ora deve pagare e non fare carriera e finire a guidare le Procure come nel caso di Toni, oggi procuratore capo a Prato. 
Con il Processo in corso verrano stabilite le responsabilità dirette delle violenze al Forteto, ma è necessario andare fino in fondo e scoperchiare tutto il marcio. Fiesoli e gli altri hanno agito protetti e difesi da coperture istituzionali di ogni livello. Giudici, politici, assistenti sociali, dirigenti e giornalisti che hanno sostenuto e protetto il sistema Forteto devono uscire allo scoperto e pagare anche loro i propri errori.