martedì 8 luglio 2014

Il Rio Sellina spostato per sanare l'abuso di un privato

Un privato costruisce un manufatto troppo vicino ad un corso d'acqua e quindi abusivo? Nessun problema. Provincia e Regione spostano il fiume per lui e si sana così l'abuso. Questo accade con i soldi dei cittadini ad Arezzo con il Rio Sellina. Stamani ho convocato i giornalisti sull'argine del corso d'acqua accanto alle ruspe che stavano lavorando per lo spostamento; si è piegato l'interesse pubblico ad un interesse privato. E' indecente.
La Regione deve spiegare quanto costerà tutto questo ai cittadini e per quale motivo si è fatto questa scelta. La dettagliata interrogazione presentata in Regione ricostruisce tutto l'iter normativo e chiede espressamente al governatore Enrico Rossi "Come sia possibile riscontrare un pubblico interesse alla modifica del tracciato del Rio Sellina proprio nel solo tratto antistante gli edifici della GEI, e quindi il piegamento-deviazione dei poteri della P.A. per fini esclusivamente privatistici, per tentare di porre rimedio ad una situazione di manifesta illiceità." e "Se reputa corretto spostare un corso d'acqua pubblico con aggravi per la pubblica amministrazione per sanare l'abuso di un privato la cui demolizione sarebbe economicamente ricaduta per legge interamente sul responsabile dell'abuso.

Per consultare l'Interrogazione clicca qui