giovedì 30 ottobre 2014

Da Rossi mezzo milione per un campo che ospita solo 50 Rom

Un contributo regionale da mezzo milione di euro per finanziare la costruzione di un campo Rom a Pistoia (provvisorio, peraltro) dove andranno a vivere appena 50 persone. Per ogni singola persona, la Regione spenderà dunque 10mila euro. Uno spreco di denaro pubblico, che fa capire quali siano le vere priorità della sinistra che governa la Toscana.
Assurdo che la Regione spenda tutti questi soldi per dare a 50 Rom un alloggio più acqua, luce e gas quando con la stessa cifra si potrebbero aiutare centinaia di famiglie toscane in condizioni di indigenza. Il villaggio sorgerà sulla sponda sinistra del torrente Brusigliano, a Pistoia, dove i Rom vivono da anni in un campo abusivo e con grossi problemi igienici. I nomadi si sposteranno così sull'altra sponda, in un'area di 1500 mq dove verrà creato un campo provvisorio (ma provvisto di acqua, luce e gas) in attesa che sia pronta la loro collocazione definitiva nei terreni dell'ex vivaio Sciatti, vicino al casello autostradale. Le case che ora la Regione regala ai Rom verranno poi spostate nella nuova sede, ma corre voce che quel campo provvisorio possa diventare definitivo.