mercoledì 15 ottobre 2014

Donzelli: mentre Rossi e il consorzio di bonifica litigano, la gente muore

Ha impiegato 7 mesi per rispondere a un'interrogazione, e alla fine tutto ciò che la giunta regionale toscana ha detto, in merito alla messa in sicurezza della zona dell'Albinia, si è rivelato inutile perché l'annunciata costruzione della cassa d'espansione di Campo Regio (non ancora realizzata, peraltro) non sarebbe servita ad evitare l'ultima tragedia nel grossetano, perché troppo a ridosso del mare. E' quanto sostieniamo all'indomani dell'esondazione dell'Elsa e della morte di due persone. Sull'argomento presenteremo un'interrogazione urgente (da portare già al consiglio di martedì) e una mozione per impegnare la giunta ad assicurare sgravi fiscali alle popolazioni colpite dal maltempo, a partire dall'esonero dal pagamento di tutte le tasse regionali. Ricordando un'interrogazione del settembre 2013, la cui risposta è arrivata solo ad aprile, ricordiamo che mentre la Regione annuncia (ancora) interventi e il governatore Enrico Rossi litiga coi vertici del Consorzio di bonifica in un odioso scaricabarile e al dirigente locale di FdI Luca Minucci, nel grossetano la gente continua a morire o a spalare fango.