mercoledì 25 febbraio 2015

“Piombino: solidarietà al controllore aggredito, a casa chi non rispetta le regole”

"SOLIDARIETA' AL CONTROLLORE AGGREDITO, A CASA CHI NON RISPETTA LE REGOLE"
Una mozione di FdI rilancia le proposte dei sindacati: "Più controlli delle forze dell'ordine, telecamere a bordo e obbligo di avere biglietto per salire sul bus"

Livorno, 25 febbraio 2015

"E' intollerabile che autisti e controllori siano costretti a lavorare col rischio di aggressioni e intimidazioni, come avvenuto a Piombino sulle linee della Tiemme in val di Cornia: in quel caso autori del pestaggio sono stati due extracomunitari trovati senza biglietto, e i dati statistici confermano che moltissimi 'portoghesi' sono proprio cittadini stranieri. E' quindi necessario mandare a casa i violenti che non rispettano le regole e sono convinti di restare impuniti". Così il capogruppo regionale di Fratelli d'Italia e candidato governatore Giovanni Donzelli esprime solidarietà al controllore aggredito a Piombino, insieme ai consiglieri Paolo Marcheschi e Marina Staccioli. "I lavoratori sono indifesi – spiega il gruppo, sposando le richieste dei sindacati per una maggiore sicurezza – ed è giusto che l'intervento delle forze dell'ordine sia affiancato da altri provvedimenti, a partire da maggiori controlli e da telecamere a circuito chiuso. Chiederemo in una mozione in Consiglio regionale che le aziende toscane di trasporto pubblico inseriscano tra i requisiti per accedere alle gare regionali alcuni standard di sicurezza come la blindatura degli abitacoli o la possibilità, magari tramite tornelli, di salire sul bus soltanto se provvisti di biglietto".

Ufficio stampa Gruppo regionale FdI
Marco Gemelli 338.5624777