martedì 3 marzo 2015

Altro che riforma, tagli sulla carne viva del sistema sanitario

La chiamano una razionalizzazione dei costi, ma in realtà è ben altro: tagliando 2500 tra medici e infermieri in tutta la Toscana, la giunta Rossi va a incidere la carne viva del sistema sanitario, mantenendo però sprechi immobiliari e dirigenti raccomandati. Siamo sempre stati a favore di un taglio agli sprechi ma qui si parla d'altro: si tagliano tra le 2000 e le 2500 unità tra medici e infermieri. Già adesso negli ospedali manca personale, questi sono irresponsabili. Non è solo un problema di conservazione dei posti di lavoro per il personale che verrà tagliato, ma di garantire i servizi per i cittadini. Bastava non fare i buchi nei bilanci delle Asl a partire da Massa e Siena e non sprecare centinaia di milioni con gestione folle degli immobili per non dover tagliare medici e infermieri".