mercoledì 23 agosto 2017

SFRATTO A FORTETO INDISPENSABILE MA SERVE CHIAREZZA

Se per lo stand del Forteto ci sarà lo sfratto dalla festa dell'Unità saremo felici di averlo favorito, ma il Pd deve spiegare pubblicamente i motivi di una scelta che non può essere ricondotta soltanto ad una pur sconcertante approssimazione. Mazzeo e Incatasciato non si possono nascondere dietro fantomatici polveroni che avremmo sollevato noi: ammettano che lo avranno fatto per il disgusto che hanno provocato nella stessa base del Pd.

E' inaccettabile che il Partito democratico Faccia finta di non sapere quale sia il centro questione: la cooperativa "Il Forteto", indicata dalle sentenze dei tribunali come un soggetto unico con la comunità, c'entra eccome con lo stand alla festa dell'Unità perché ne sono soci tutt'oggi alcuni dei condannati per abusi e maltrattamenti e perché la sua governance ha messo in campo una battaglia legale per non riconoscere alle vittime i risarcimenti stabiliti dai giudici per le angherie subite.
Se i suoi dirigenti continuano a ignorare gli stessi documenti che hanno sottoscritto, a partire dalle relazioni delle commissioni regionali d'inchiesta, non possiamo non temere che 'scivoloni' del genere possano capitare ancora in futuro.