giovedì 18 gennaio 2018

MAFIA CINESE, REGIONE IGNORA CRIMINALITA' CAPANNONI

Siamo grati alla Magistratura e alle forze dell'ordine che oggi hanno inferto un duro colpo alla mafia cinese con l'operazione China Truck. Noi di Fratelli d'Italia da anni denunciamo che i capannoni sono gestiti dalla mafia cinese: nel marzo 2014 Giorgia Meloni in visita a Prato con tutto l’esecutivo nazionale del partito chiese che si applicassero le leggi antimafia perché si trattava evidentemente di criminalità organizzata.


Oggi la sinistra e la Regione Toscana continuano a operare nei capannoni cinesi controlli così accurati da ignorare persino il fatto che fra quelle aziende e quei lavoratori ci sono coloro che rappresentano la linfa della mafia cinese in Italia.

Aziende, coltivazioni illegali e mercati abusivi sono gli strumenti attraverso i quali le criminalità trovano linfa.

Non è accettabile che le istituzioni continuino a tollerare tutto ciò: la Regione Toscana continua a sprecare denaro pubblico per progetti di facciata che non risolvono alcun problema e gli arresti di oggi sono la dimostrazione lampante.