lunedì 5 febbraio 2018

LUCCA TORNI BELLISSIMA, LA SFIDA DI FRATELLI D'ITALIA



Lucca è un diamante che ha bisogno di una lucidatura che faccia tornare lo splendore, spazzando via le opacità. Una rimessa a nuovo che il governo di centrodestra si impegna a fare se i cittadini decideranno di rompere lo strapotere dei “padroni della lucchesia” Baccelli e Marcucci, primi responsabili del declino della città e della provincia.


Una sfida che ho lanciato stamattina da Lucca assieme ai candidati di Fratelli d'Italia di Lucca e della provincia: Riccardo Zucconi (collegio uninominale della Camera) e Marina Staccioli (listino proporzionale del Senato).

Quella del 4 marzo è una partita nazionale, ma che ci permetterà di risolvere molte questioni anche a livello locale. Penso soprattutto all’accoglienza dei migranti nella tendopoli delle Tagliate e al campo rom nei pressi dell’impianto del Coni. Vicende incredibili e vergognose che ho potuto toccare con mano (qui il resoconto del blitz effettuato nel marzo dell’anno scorso), con condizioni inumane per chi ci sta e grave disagio per i cittadini che abitano nei pressi.

Una struttura, quella della Croce Rossa che
costa tanto quanto costa l’accoglienza migranti negli hotel a tre o quattro stelle. Questo a dimostrare che i soldi vanno spesi bene. Proprio per evitare questi casi e far sì che chi si occupa di accoglienza rendiconti le entrate e le uscite, abbiamo proposto la legge “taglia-business” che Giorgia Meloni ha portato in Parlamento e che è stata approvata grazie a Fratelli d'Italia.

Peccato che il governo si sia dimenticato di emanare i decreti attuativi. Decreti che saranno emanati non appena il centrodestra si insedierà al governo. Così come sarà una priorità lo smantellamento della tendopoli delle Tagliate.