lunedì 19 marzo 2018

CONCORSI IN TILT, GOVERNO UMILIA INSEGNANTI


Ancora una volta la piattaforma "Istanze on line" del Miur è andata in tilt ed è fuori uso, l'ennesima beffa per i docenti vessati dalle cervellotiche pseudo-riforme dei governi della sinistra che hanno messo in ginocchio il sistema scolastico.
E' incredibile che il governo non sia in grado di predisporre uno strumento adeguato per una necessità così importante.

Decine di migliaia di insegnanti, così, stanno in queste ore letteralmente impazzendo per presentare la domanda per il concorso, i cui termini scadono il 22 marzo, fra appena tre giorni, e che ha un potenziale parterre di 76mila interessati, compresi i 13 mila delle graduatorie ad esaurimento. Inoltre la piattaforma sta creando disagi anche coloro che vogliono proporsi per una supplenza e che devono utilizzare il sistema online.

Sfruttare la via telematica e poi creare agli utenti problemi ancora più grandi è grottesco, il Ministero trovi urgentemente una soluzione per andare incontro agli insegnanti umiliati dall'incapacità di chi in questi anni ha sciaguratamente governato l'istruzione italiana.