lunedì 26 marzo 2018

IMMIGRATI OCCUPANO CHIESA: BASTA, E' INACCETTABILE


Una chiesa occupata da clandestini con l'aiuto dei centri sociali: da giovedì scorso oltre cento immigrati vi hanno fatto tappa. Succede in Val di Susa (provincia di Torino) dove è incessante il passaggio di persone che cercano di raggiungere la Francia. 

La neodeputata di Fratelli d'Italia Augusta Montaruli accompagnata da altri esponenti del partito, ha visitato la chiesa a Claviere, l'ultimo comune italiano prima del confine francese a Montgenevre.

"Con la nostra presenza - ha spiegato Montaruli - abbiamo voluto metterci a disposizione del parroco di questa chiesa di frontiera lasciato solo ad affrontare l'emergenza. L'Italia e questi luoghi non possono essere chiamati a farsi carico di tutti coloro che vengono nel nostro Paese a richiedere asilo. Le Alpi non possono diventare un campo profughi con l'assenso e la complicità dell'Europa che a parole si dice solidale ma scarica sulle nostre sole spalle il peso di questa situazione ormai inaccettabile".

Fratelli d'Italia chiede l'immediata identificazione degli occupanti e verifica della legittimità della richiesta di protezione internazionale. Non si possono tutelare situazioni del genere: non sgomberare gli abusivi e cacciare i clandestini significa a condurre dritti a situazioni incontrollabili al di fuori della legalità