giovedì 24 maggio 2018

GIORGIA IN TOSCANA: MANDIAMO A CASA LA SINISTRA


Nella sua visita in Toscana Giorgia Meloni ha ieri fatto tappa a Siena e Impruneta a sostegno dei candidati sindaco del centrodestra unito dei candidati di Fratelli d'Italia in consiglio comunale.

A Siena insieme al candidato sindaco Luigi De Mossi abbiamo denunciato i problemi di sicurezza e degrado alla stazione ferroviaria, un pessimo biglietto da visita per i turisti che arrivano a visitare una delle città più belle d'Italia.


Nei giorni scorsi abbiamo denunciato la vergogna delle nomine della Fondazione Monte dei Paschi (clicca qui per il video del mio intervento alla Camera): la deputazione generale (nominata dalle istituzioni di sinistra) ha pensato bene di rinnovare il presidente e la deputazione amministratrice per mettere al sicuro i ruoli alla vigilia del voto.

Questa vicenda deve darci una spinta ancora maggiore per cambiare: dopo la vittoria del centrodestra alle recenti elezioni politiche, Siena ha un'occasione storica per voltare pagina. Per la prima volta c'è la possibilità di smantellare il sistema di potere incancrenito della sinistra che dura da oltre 70 anni.


Con Giorgia Meloni siamo stati poi ad Impruneta per valorizzare una scelta significativa: candidare a sindaco del centrodestra un 20enne, rappresentante del movimento giovanile che la stessa Meloni ha a lungo guidato, da sempre bacino della classe dirigente di Fratelli d’Italia: “Matteo Zoppini rappresenta il meglio dei nostri giovani, il futuro su cui Fratelli d’Italia vuole scommettere: può vincere e spazzare via l’immobilismo della sinistra che governa da sempre Impruneta”.