giovedì 21 giugno 2018

SIENA, LE ELEZIONI, L'APPARENTAMENTO E UN APPALTO


Il Comune di Siena del sindaco uscente Bruno Valentini (Pd), a pochi giorni dal voto, ha appaltato il servizio di accoglienza e promozione della Torre del Mangia, del Museo Civico e del Museo dell'Acqua ad un raggruppamento di imprese nel quale figura anche la Intrepido Servizi Srl.



Il Procuratore speciale di questa società è stato in passato il suo ex sfidante e attuale sostenitore dopo l'apparentamento per il ballottaggio Pierluigi Piccini e il cui amministratore attuale è Renato Lucci, uomo da tempo vicinissimo allo stesso Piccini. Una gara da oltre 2,4 milioni di euro per i prossimi cinque anni. Guarda qui di seguito la mia ricostruzione video.


A destare grosse perplessità sono le date dei provvedimenti di aggiudicazione: la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale è arrivata l'11 giugno (come dimostra la Gazzetta ufficiale qui sotto) il giorno successivo a quello del voto: chiedo a Valentini e Piccini di fare chiarezza per togliere ogni dubbio sulla trasparenza di questa vicenda.


Il sistema di potere del Partito democratico è stato consolidato negli anni anche grazie a stratagemmi che hanno fatto leva sulla macchina amministrativa e l'utilizzo di soldi pubblici: i cittadini di Siena che votano domenica al ballottaggio meritano di vederci chiaro.

Il balletto dei "finti avversari" che poi si accordano è un film visto e rivisto a Siena: il candidato del centrodestra Luigi De Mossi interromperà questo sistema con la vittoria politica, ma continueremo comunque a chiedere trasparenza per quello che è accaduto fino ad oggi.