mercoledì 1 agosto 2018

TAV TORINO-LIONE: GOVERNO INCERTO DICE "NI"


Nel Question Time di oggi il Ministro Toninelli alla nostra domanda se voglia realizzare la Tav Torino-Lione non ha saputo dire sì o no. E non ha speso una sola parola di condanna nei confronti dei centri sociali che compiono continui atti di violenza nei confronti delle forze dell'ordine che presidiano il cantiere, alle quali esprimiamo ancora una volta la nostra solidarietà.


"E' irresponsabile quel ministro che paralizza un'opera così importante gettando incertezza su imprenditori, lavoratori e cittadini senza avere in mano neppure i dati e condannando operai e forze dell'ordine del cantiere di Chiomonte agli attacchi continui", ha detto in Aula il deputato di Fratelli d'Italia Augusta Montaruli.

"Il problema del Governo è politico; se fosse questione di dati oggettivi non avrebbe ricevuto il dossier No Tav dell'Appendino e respinto le richieste di incontro del commissario Foietta. Questa è la vera anomalia sulla vicenda Tav", ha sottolineato.

"Oggi bloccare l'opera finché ci saremo noi dai banchi del Parlamento sarà dura - ha aggiunto Montaruli - parafrasiamo uno slogan caro a Beppe Grillo per ricordare al Governo che i giri di parole non serviranno a fermare il popolo responsabile che vuole l'opera come irrinunciabile e irripetibile occasione di sviluppo".