mercoledì 5 settembre 2018

BEKAERT: DI MAIO SI SVEGLI E ATTIVI LA CASSA


Il governo non può permettersi di tergiversare in una situazione come quella della Bekaert, che lascerà 318 persone, con le loro famiglie, senza reddito. Le promesse del Ministro Di Maio non sono state ancora seguite da concreti provvedimenti a tutela dei lavoratori.

Vogliamo sapere quali interventi saranno intrapresi e se reintrodurrà la cassa integrazione per cessazione di attività a sostegno dei dipendenti di Bekaert, come ha più volte affermato. Per questo oggi Fratelli d'Italia ha presentato al Ministro dello Sviluppo Economico un'interrogazione alla Camera firmata da me e Walter Rizzetto.

Il nostro obiettivo è sollecitare al Ministro Di Maio immediati provvedimenti a tutela dei dipendenti della multinazionale Bekaert, della sede di Figline Valdarno, che ha annunciato i licenziamenti per il trasferimento della produzione all'estero.