domenica 2 settembre 2018

CARCERE: A PRATO UN AGENTE FERITO ALLA GOLA


La situazione all’interno del carcere pratese della Dogaia ha raggiunto limiti di assoluta intollerabilità. Oggi quattro agenti sono stati aggrediti da un sudamericano: uno di essi è stato ferito gravemente alla gola con una lametta.


"L’ultima aggressione di un detenuto ad un gruppo di agenti si commenta da sola - commenta il senatore Patrizio La Pietra, che annuncia una interrogazione parlamentare sul tema - e riporta alla ribalta la difficile condizione di lavoro, rischiosa e priva di ogni dignità, a cui sono costretti ogni giorno decine di persone. Esprimo solidarietà agli agenti feriti, ma ora è necessario trovare una soluzione radicale prima che sia troppo tardi”. 

“La situazione è fuori controllo - aggiunge - e non si tratta di percezione di ‘sentito dire’, ma di fatti concreti, di aggressioni che si ripetono, di agenti vittime di violenza, e questo non lo possiamo tollerare. I vertici del carcere siano chiamati immediatamente a dare spiegazioni e nel caso si prendano provvedimenti".

"Va bene parlare dei diritti dei detenuti, ma soltanto dopo aver garantito coi fatti, e solo con quelli, i diritti dei nostri agenti penitenziari. - conclude - Oltre a questo è necessario mettere mano agli investimenti sulle carceri, quasi sempre fatiscenti e degradate che complicano un lavoro già delicato e difficile. Servono risorse per le opere strutturali e per implementare la pianta organica degli agenti, perché in questo settore il Paese non chiede risparmi”.