domenica 4 novembre 2018

4 NOVEMBRE: FRATELLI D'ITALIA NELL'ENCLAVE DI PRATO


Non possiamo accettare che in Toscana esistano zone in cui lo Stato si arrende e cessa di essere Stato, permettendo che qualcuno si faccia delle regole sue. Oggi Fratelli d'Italia ha deciso di ricordare il 4 novembre, a cento anni dalla vittoria della prima guerra mondiale, manifestando nelle città di tutta Italia e parlando oggi di quelli che sono i nemici dell'Italia: bisogna combattere per dire, oggi come cento anni fa, non passa lo straniero.


Questa mattina insieme al coordinatore regionale del partito Francesco Torselli e con una delegazione di dirigenti e militanti di Fratelli d'Italia siamo stati a Montemurlo (Prato), luogo simbolo dell'invasione straniera in Toscana. Con noi c'era anche Matteo Mazzanti, capogruppo di Fratelli d'Italia al Comune di Montemurlo.


Siamo entrati in una stireria gestita da cinesi, un luogo che più volte è stato chiuso per sfruttamento di manodopera clandestina e poi riaperto grazie all'escamotage di intestare la ditta a lavoratori diversi. Qui è stato lo stesso sindaco del Partito democratico a chiedere aiuto.

Entrando nel capannone Fratelli d'Italia abbiamo trovato persone al lavoro di domenica: con loro c'erano persino dei bambini. Nello stesso locale c'è anche una cucina dove dei lavoratori mangiavano. 


Lo Stato deve intervenire con urgenza per impedire a questi signori di farsi beffa dell'Italia e di tutti quegli imprenditori costretti a regole rigidissime e a fatiche inenarrabili per portare avanti le proprie attività.