venerdì 23 novembre 2018

DDL SICUREZZA: DIRETTA DALLA COMMISSIONE


Alle 10 è iniziata la seduta in Commissione alla Camera per la conversione del DDL Sicurezza.
Vi aggiorno qui in diretta di quello che accade.

I tempi saranno stretti per la discussione. Alcune opposizioni sono pronte ad abbandonare i lavori, noi di Fratelli d'Italia entreremo nel merito di ogni articolo e discuteremo dei nostri emendamenti.
Dopo tanti annunci vogliamo che i campi rom siano sgomberati davvero, i clandestini rimpatriati, le baraccopoli smantellate, le occupazioni abusive liberate e gli stupratori tenuti a lungo in galera.
Nel DDL Sicurezza ci sono buone intenzioni, ma non soluzioni vere. 
Noi proveremo ad evitare che i 5 stelle leghino le mani a Salvini e che Salvini rinunci, pur di tenere in piedi il Governo, a dare seguito agli impegni presi con i cittadini.

Ore 10:30 Propongo a nome di FDI di limitare tutti gli emendamenti delle opposizioni così da togliere l'alibi alla maggioranza di essere costretta a mettere la fiducia. 

Le opposizioni annunciano disponibilità, ma il PD continua a dire che è pronto ad abbandonare i lavori.

Ore 11:22 Proseguono gli interventi del PD di critica alle modalità di gestione dei lavori. Dopo 90 minuti ancora non si è parlato di un solo articolo.

11:25 Speranza legge l'inizio della Divina Commedia, sconforto in commissione.

11:30 Giuseppe Brescia, presidente di Commissione e relatore del provvedimento "Sono ben consapevole che la conversione del decreto senza modifiche è una questione dirimente per le forze di Governo. Inutile prendersi in giro: è chiaro che questo provvedimento sarà approvato così come è. 

11:33 Chiedono ancora la parola Fiano e Migliore sulle modalità di gestione della Commissione.
Fiano "Si è sorpassato qualsiasi limite. Lei Brescia pur non condividendo il provvedimento ci dice che siamo venuti qui solo per guardarci in faccia. E' una umiliazione del nostro ruolo. Non lo accetto"

11:35 Brescia "Come Presidente di Commissione assicurerò i lavori come super partes, come relatore sarò di parte" E come politico singolo resta critico. Brescia si è un po' incartato... ;-)

11:37 PD annuncia relazione di minoranza.

11:45 Intervengo  "Presidente Brescia mi permetto di consigliarle di non insistere e anzi di sorvolare sul suo triplo ruolo. Non si incarti troppo... Può far presiedere un vice presidente e fare il relatore" Brescia risponde "So fare tre cose insieme"

11:55 Interviene Wanda Ferro (FdI)

12:00 Dopo due ore di discussione si inizia dall'articolo 1.
Magi (Misto- Radicali) "Aumenterà sicurezza e conflittualità sociale" presenta emendamento per abolire restrizioni ai permessi di soggiorno per motivi umanitari". Noi di FDI abbiamo emendamenti per eliminare davvero questo tipo di permessi presenti solo in Italia.
Fiano interviene in sostegno di Magi.

Bocciati emendamenti della sinistra per agevolare i permessi di soggiorno chiamati umanitari.

Interviene Sottosegretario Molteni (Lega) "Nessun passo indietro rispetto a chi ha diritto di fare domanda di asilo."

13:20 Si votano ancora emendamenti su Protezione umanitaria. PD chiede più accoglienza, Fratelli d'Italia svela che in realtà in decreto è troppo morbido.

14:00 Interruzione per il pranzo

Al rientro dopo la pausa pranzo il PD abbandona i lavori

15-17 Si vota ancora sull'articolo 1

17: Si vota emendamento di Giorgia Meloni. "I richiedenti asilo devono fare richiesta di protezione internazionale appena si presentano alla frontiera. Troppo comodo provare a fare i clandestini e solo quando si viene beccati fare richiesta di protezione internazionale" BOCCIATO. Purtroppo anche la Lega vota contro pur di non spaccare l'accordo con i 5 stelle

17:15 Articolo 2 Art1-LeU chiedono che non si creino i centri di permanenza per i rimpatri. Bocciati i loro emendamenti.
Io e Wanda Ferro di FDI chiediamo invece di allungare i tempi di possibile permanenza dentro i centri da 180 giorni a 18 mesi. "18 mesi sono previsti anche dalle direttive europee. In 180 giorni difficilmente sarà possibile identificarli, ricostruire la nazione di origine e gestire gli accordi bilaterali per il reimpatrio. Di fatto dopo 6 mesi torneranno a essere clandestini"
Bocciati i nostri emendamenti. Anche questa volta la Lega vota con PD e M5S.


18:00 Illustro emendamento Meloni "Non si può spendere per i richiedenti asilo più di quanto si spende per i pensionati sociali". Nell'intervento faccio esplicito appello alla Lega di fare un'eccezione all'accordo con i 5 stelle e di votare il nostro emendamento. Il Presidente di commissione dice che arriveremo a questo quando sarà approvato il reddito di cittadinanza e che loro diminuiranno i costi per i richiedenti asilo. Replico che principio deve essere stabilito per legge non per buona volontà del Ministro di turno.
Si vota e purtroppo anche la Lega vota contro.

L'On. Calabria di Forza Italia vota a favore di tutti gli emendamenti nostri e tiene una posizione molto dura e corretta su immigrazione e sicurezza.

18:50 Il Presidente della Commissione interrompe la discussione degli emendamenti considerando bocciati quelli non discussi e mette in votazione il mandato al relatore.
Noi di FdI votiamo comunque a favore: "Meglio di niente. Rispetto ai governi di sinistra è un passo avanti. Avremmo voluto un decreto più duro"