lunedì 28 gennaio 2019

IL NOSTRO IMPEGNO PER LA MONTAGNA E CHI CI VIVE


Neve, proposte, convegni e dibattiti negli Stati generali della Montagna di Fratelli d'Italia che si sono conclusi ieri all’Abetone Cutigliano, in provincia di Pistoia.


Tre giorni in cui ci siamo confrontati con il territorio, anche grazie all’ospitalità del nostro sindaco Diego Petrucci, su temi e argomenti che la politica spesso dimentica perché non porta tanti voti.

Ma Fratelli d’Italia è un’altra cosa e allora insieme a tanti colleghi parlamentari, consiglieri regionali, amministratori e dirigenti abbiamo ascoltato e raccolto le richieste di chi ogni giorno vive la montagna.

Dobbiamo sviluppare i collegamenti stradali con i capoluoghi di provincia, e aumentare i servizi sanitari per le persone che vivono qua tutto l’anno, anche in zone impervie, ma che devono vedersi garantito il loro diritto alla salute.

Chi è nato qui e sceglie di rimanere a produrre nelle zone di montagna deve ricevere incentivi imprenditoriali. 

Dobbiamo stimolare la nascita di nuove iniziative aziendali dedicate all’agricoltura della montagna, ai boschi e all’allevamento esaltando i prodotti agroalimentari del territorio.

Questo è quello che vuole FdI e quello che fanno i nostri amministratori. 

Nei prossimi giorni sarà depositata una proposta di legge, che vedrà prima firmataria la nostra Monica Ciaburro, responsabile Dipartimento Montagna, sul sostegno economico e fiscale a chi vive e a chi decide di fare impresa nelle Alte Terre.

Abbiamo ascoltato l’emozionante storia di Andrea Lanfri, un atleta paralimpico che si accinge a partire per scalare l'Everest dopo aver sconfitto la meningite. Un raro esempio di forza di volontà da cui prendere insegnamento.