mercoledì 6 febbraio 2019

FIRENZE: SI' ALL'AEROPORTO NONOSTANTE LA SINISTRA


“Nonostante gli errori grossolani e i ritardi di Rossi, Renzi e Nardella siamo arrivati alla fine della tragicomica conferenza dei servizi che ha dato il via libera all’ampliamento dell’aeroporto di Firenze". Lo dice il capogruppo in Consiglio regionale e candidato a sindaco di Firenze Paolo Marcheschi, commentando il sì della conferenza dei servizi al masterplan dello scalo. 

Un via libera che sancisce l'ok definitivo all'infrastruttura. Fratelli d'Italia è da sempre per lo sviluppo: è persino ridicolo che Rossi e Nardella, dopo aver governato per anni la città e la Regione ed ostacolato il progetto, esultino e cerchino di ribaltare la realtà.

"Grazie a chi ci ha creduto, come le categorie economiche, grazie a chi ha letto le carte e chi ha sostenuto il progetto al di là degli schieramenti politici. Un traguardo che non è di una parte ma è per il bene di Firenze e di tutta la Toscana, che come sempre, per me, arriva prima di tutto", ha sottolineato Marcheschi.

"Un aeroporto moderno è importante per Firenze ma anche per Pisa - ha aggiunto - perché i due scali non possono esistere l’uno senza l’altro, contro ogni ottuso campanilismo. La Toscana potrà così competere con gli aeroporti più importanti d’Italia Un nuovo aeroporto Vespucci serve per gli imprenditori toscani, per chi viene per turismo, serve per creare lavoro”.