lunedì 4 marzo 2019

UN ANNO IN PARLAMENTO: ECCO COSA HO FATTO

E' passato un anno dalle elezioni politiche del 2018, quando forse anche grazie al tuo voto sono stato eletto alla Camera dei Deputati. Così ho pensato che fosse giusto fare un bilancio per tenerti aggiornato su quante cose stiamo facendo e provando a cambiare.
COSA HO OTTENUTO
FORTETO, NASCE LA COMMISSIONE PARLAMENTARE
Abbiamo lottato dal 2012 contro i tanti che in questa vicenda avrebbero voluto insabbiare tutto. E alla fine ci siamo arrivati: nei giorni scorsi la Camera ha dato il via libera alla commissione parlamentare sul Forteto (LEGGI QUI). Ora non c'è altro tempo da perdere: ci metteremo al lavoro per provare a dare alle vittime un briciolo di verità e giustizia su questa terribile vicenda. Ecco il mio intervento alla Camera dei Deputati.
COOPERATIVE, STOP AI FINANZIAMENTI DAI PARTITI
SPEZZATO IL LEGAME MORBOSO CON LA SINISTRA
E' una bella soddisfazione per tutti quelli che come me si sono battuti una vita contro il sistema di potere rosso. Le cooperative non potranno più finanziare i partiti. La Camera ha approvato un emendamento al Ddl Anticorruzione, a mia prima firma, per estendere il divieto di finanziamento dei partiti alle cooperative sociali e ai consorzi (LEGGI QUI). Il provvedimento è ora legge dello Stato e rompe l'intreccio che c'è da sempre, soprattutto nelle regioni rosse, tra cooperative che danno soldi ai partiti, i quali fanno loro arrivare la commessa dall'ente pubblico che amministrano. 
CFT, LA COOP CHIEDE AIUTO
PAGHINO I DIRIGENTI ROSSI
Ho portato in Parlamento la vicenda della cooperativa rossa Cft (LEGGI QUI), devastata da debiti causati da amministratori poltronati dal Pd. Stiamo col fiato sul collo all'azienda e alle istituzioni perché a pagare la crisi non siano i lavoratori, né quelli delle società satellite o i fornitori. Noi non molliamo: continueremo ad occuparci della vicenda: se qualcuno ha sbagliato sia messo di fronte alle proprie responsabilità.
PER COSA MI STO BATTENDO
CASO PANZIRONI, GOVERNO INTERVIENE GRAZIE A NOSTRE DENUNCE. ORA VIA DALLA TV
Non è medico e va in tv a promuovere le sue teorie su come guarire da malattie gravi(come alzheimer e tumori). In realtà promuove il suo libro e le pillole che commercializzaA giugno abbiamo presentato la prima interrogazione e le nostre pressioni hanno indotto il governo ad intervenire. L'Antitrust lo ha multato pesantemente (LEGGI QUI) e anche il Ministro della Sanità ha attivato le procedure per l'esercizio abusivo delle professioni sanitarie (LEGGI QUI).  Il governo non può permettere a questo signore di continuare a diffondere pericolosamente via etere i suoi consigli per la salute. Ci batteremo fino in fondo.
L'ASSESSORE PD NON POTEVA POSARE CON LA FASCIA TRICOLORE
Ci era sembrato un abuso quello dell'assessore Pd del Comune di Scandicci Dye Ndiaye: aveva usato lafascia tricolore posando per uno spot diBenetton pubblicato da alcuni giornali. Il Prefetto di Firenze è intervenuto scrivendo al sindaco e dando di fatto ragione a noi (LEGGI QUI). Questo dimostra una volta di più l'uso spregiudicato delle istituzioni da parte della sinistra. Continuerò a chiedere chiarezza anche sui risvolti economici di questa vicenda: attendiamo dal Ministero una risposta e una presa di posizione netta.
E45: GARANTIRE VIABILITA' PER TUTTI
E45: con il nostro sopralluogo in Valtiberina (LEGGI QUI) avevamo chiesto la riapertura delle strade. A inizio febbraio la Procura di Arezzo ha dato il via libera. In più si muove qualcosa sulla riapertura della viabilità alternativa (LEGGI QUI). Continueremo a vigilare per chiedere interventi e la riapertura delle strade a tutti i mezzi, nella massima sicurezza.
PAYCARE: IMPEGNO PER I LAVORATORI
Ho portato in Parlamento il caso dei lavoratori di Paycare: 200 in tutta Italia, 89 solo a Siena. La capogruppoBassilichi-Nexi rispetti gli impegni occupazionali assunti nello scorso ottobre al tavolo con il Ministero dello Sviluppo Economico: l'annuncio di cessione delle quote societarie, avvenuto nei giorni scorsi, non può cambiare le cose di una virgola.
LE VITTORIE CON FRATELLI D'ITALIA
CON 32 DEPUTATI FRATELLI D'ITALIA FERMA L'INVASIONE DI IMMIGRATI
Nei giorni scorsi alla Camera Fratelli d'Italia, grazie alla propria tenacia, ha imposto la sua linea (LEGGI QUI). Una vittoria su uno dei temi su cui ci siamo battuti di più: il global compact, documento delle Nazioni Unite che tenta di imporre quello alle "migrazioni" come un diritto universale. Un principio sul quale non siamo assolutamente d'accordo perché significherebbe l'arrivo senza regole di immigrati. 
MAFIA NIGERIANA: SI' ALL'ESERCITO A CASTEL VOLTURNO
Da tempo denunciamo il fenomeno della mafia nigeriana, una criminalità spietata e senza scrupoli che da tempo ormai ha trovato linfa in Italia a causa delle politiche delle "maglie larghe" messe in campo dalla sinistra. C'è un paese, in Campania, dove questo fenomeno è degenerato: è Castel Volturno, che io stesso sono andato a visitare e dove gli immigrati clandestini sono probabilmente più degli italiani regolari (LEGGI QUI). Persino l'Fbi americano se ne starebbe occupando a causa di un traffico di organi che avrebbe la sua base proprio in quelle zone. (LEGGI QUI). Abbiamo chiesto al governo di intervenire in modo deciso, così abbiamo presentato una mozione alla Camera che è stata approvataproprio nei giorni scorsi: a Castel Volturno grazie a Fratelli d'Italia lo Stato invierà l'esercito.
ULTIMO, BATTAGLIA PER LA SCORTA
IL TAR GLIELA RESTITUISCE
Per noi è un eroe ed era ingiusto che il governo gli avesse tolto la scortaFratelli d'Italia ha scatenato un putiferio perché lo Stato restituisse la protezione all'uomo che arrestò Totò Riina (LEGGI QUI). Giustamente il Tar del Lazio prima di Natale ha ripristinato la normalità (LEGGI QUI). Gli uomini che combattono la mafia non si toccano!
IL SEGGIOLINO SALVA BEBE' E' LEGGE
Porta il nome di Giorgia Meloni la legge per imporre la dotazione di sistemi acustici che impediscano di abbandonare in auto i bambini, approvata alla Camera lo scorso agosto (LEGGI QUI). Se riuscissimo con questa norma a salvare anche solo la vita di un bambino, avremmo dato un senso al nostro impegno politico e saremmo ripagati di tutto il nostro lavoro. 
LE BATTAGLIE CON FRATELLI D'ITALIA
LA FATTURA ELETTRONICA DANNEGGIA LE IMPRESE
L'obbligo di fatturazione elettronica imposto dal governo non è, come si vuol far credere, un sistema per combattere l'evasione fiscale, ma un adempimento burocratico che appesantisce le imprese, soprattutto quelle artigiane, piccole e medie. E' incomprensibile come non siano state ascoltate le richieste ragionevolirichieste di Fratelli d'Italia per un rinvio del provvedimento (LEGGI QUI). Comeabbiamo fatto le barricate e siamo scesi in piazza (LEGGI QUI), continueremo a lottare contro le ingiustizie che ogni giorno penalizzano ingiustamente artigiani e imprese.
SOLDI DEI BAMBINI AFRICANI PER LE SOCIETA' DEI RENZI? L'INCHIESTA RIPARTE
Fra le tante operazioni oscure di famiglia Renzi abbiamo più volte denunciato il caso vergognoso dei soldi destinati ai bambini africani e che, secondo un'inchiesta della Procura di Firenze, sarebbero finiti in operazioni delle società di famiglia. Anche grazie alle nostre denunce in Parlamento una Ong americana ha presentato querela e così l'inchiesta è potuta ripartire (LEGGI QUI). Il governo Gentiloni aveva infatti approvato la norma "salva cognato di Renzi": senza querela di parte non si poteva andare avanti in questi procedimenti. Intanto abbiamo chiesto al governo di tagliare i fondi all'Onu se Unicef non presenterà la sua querela (LEGGI QUI).
LA LOTTA ALLA MAFIA CINESE
Fratelli d'Italia si sta battendo in Parlamento per far sì che la filiera parallela cinese sia ricondotta a reati di mafia. E quindi puniti come tali: dal carcere duro, ai sequestri, passando per i benefici per chi si pente e collabora per individuare le fonti di illegalità. Ne abbiamo parlato anche ad un recente convegno a Prato. (LEGGI QUI).
RIPRISTINARE IL CORPO FORESTALE
Con il collega deputato Luca De Carlo ho presentato una proposta per il ripristino e ricomposizione delle funzioni del Corpo Forestale dello Stato (LEGGI QUI). Il suo assorbimento non ha portato risparmi e provocato danni al nostro paesaggio. Ci batteremo perché questa nostra iniziativa diventi legge.
E' stato un onore incontrare a Roma la delegazione venezuelana inviata dal Presidente Guaidò in Italia (LEGGI QUI). Quello che ci lega al Venezuela è un rapporto forte: lì vive lacomunità italiana più numerosa nel mondo ed abbiamo il dovere di lavorare per garantire loro una vita degna e la libertà del popolo da un dittarore sanguinario e comunista come Maduro.