sabato 6 aprile 2019

E45: SINISTRA ASSENTE, GOVERNO CAMBI ROTTA


Se la situazione della E45 e della viabilità alternativa in Valtiberina è la triste realtà che conosciamo tutti la responsabilità principale è dei governi della sinistra che per anni se ne sono fregati di cittadini e imprese.

In questo quadro è incomprensibile che il governo, al quale chiediamo un ripensamento, abbia scelto di proseguire in questa pessima strada non concedendo lo stato di emergenza nazionale per la chiusura. Presenterò un'interrogazione per capire nel dettaglio i reali motivi del diniego e le motivazioni.

Cittadini e imprese hanno subito notevoli danni dall'interruzione di quella strada: quello che è stato fatto per risarcirli non basta e il governo deve cambiare registro. Questa vicenda rende evidente a tutti quali danni può produrre per il territorio decenni di assenza delle istituzioni dai bisogni delle persone e delle imprese.

Continueremo a lavorare per ottenere la riapertura della strada al più presto a tutti i mezzi, come abbiamo più volte chiesto dopo il nostro sopralluogo (LEGGI QUI), fondamentale anche per il trasporto delle merci verso Nord, insieme al necessario e rapido rifacimento delle strade alternative e la loro riapertura.