mercoledì 3 aprile 2019

I SOLDI DEGLI INTEGRALISTI PER LE MOSCHEE ITALIANE


Secondo il libro-inchiesta 'Qatar papers' uscito oggi in Francia, curato dai giornalisti Christian Chesnot e George Malbrunot, nel solo 2014 sono stati ben 113 i progetti finanziati in Europa dalla “Qatar Charity Foundation” per un totale di 71 milioni di Euro. L'Italia fa la parte del leone con 45 progetti (da Saronno a Piacenza, da Brescia ad Alessandria fino alla Sicilia) per ben 22 milioni di Euro. Il paese più beneficiato.

Questo è quanto emerso da un’interrogazione alla Camera presentata da Carlo Fidanza di Fratelli d'Italia (IN FOTO) circa i fondi provenienti da Paesi arabi integralisti in Italia, ricevendo dal ministro Salvini una risposta fin troppo blanda.

La leggerezza del governo sulla questione ci stupisce e sopratutto ci preoccupa molto, dato che i 'gialloverdi' hanno fatto della sicurezza una loro bandiera. Questo fiume di denaro infatti – viene ricostruito nel libro dei due giornalisti francesi - è destinato in buona parte ad associazioni legate ai Fratelli Musulmani

Una organizzazione che ha come suo obiettivo, sostiene Anne-Clémentine Larroque, specialista francese dell’ideologia islamica presso il Ministère de la Justice, “la restaurazione del califfato nel mondo musulmano e, in un secondo tempo, estenderne l’influenza sull’intero pianeta”.

Dalla sinistra, ovvero dagli immigrazionisti senza se e senza ma, non ci stupiremmo certo se ci dicessero che dobbiamo accogliere e accettare anche chi, secondo sue intenzioni dichiarate, intende conquistarci, se non militarmente almeno culturalmente. 

Infine ci lascia alquanto perplessi invece l’elusività del governo su questa importante questione e chiediamo maggiore attenzione riguardo certi temi che toccano la sicurezza del Paese e di tutti gli italiani.