sabato 27 ottobre 2018

FORTETO: CONDANNATI IN SEI MA FIESOLI E' LIBERO


La Corte d'Appello di Firenze ha condannato il pedofilo del Forteto Rodolfo Fiesoli, ricalcolando la pena in 14 anni e 10 mesi di carcere dopo che la Cassazione aveva ordinato la ripetizione del processo per un capo d'accusa legato a un episodio di violenza di gruppo.

Insieme a lui sono state condannate altre cinque persone di cui una, Daniela Tardani, a 6 anni e 4 mesi. Per gli altri 4 pena di due anni con la condizionale per maltrattamenti.

Una sentenza che dimostra una volta per tutte che al Forteto, come messo nero su bianco già dalle sentenze e le relazioni delle commissioni d'inchiesta, intorno al pedofilo c'era una setta formata da persone che lo hanno sostenuto e aiutato e che fino ad oggi si erano salvate solo grazie alle prescrizioni

Purtroppo Fiesoli resta ancora in libertà: ci auguriamo che la giustizia faccia rapidamente e che arrivi al più presto la sentenza che lo porti in galera. Parlamento e Governo attivino al più presto la commissione parlamentare e il commissariamento della cooperativa agricola.